Avventura con Elitacasa
Sono le  8:30 di una mattina del 15 aprile del 2013 quando, in una giornata di sole primaverile, è cominciata l'avventura di un gruppo di architetti, designer provenienti da Russia, Ucraina e Kazhakistan. Un'avventura che ci ha portato a conoscere realtà produttive, costumi regionali e ottima cucina ed è terminata con una grande festa dove titolari delle aziende, industriali, amici e colleghi hanno potuto scambiarsi idee ed esperienze. E proprio in questa serata il pubblico ed il privato si sono mescolati facendo emergere quel “lato umano” che diventa e rimarrà il valore aggiunto per lo sviluppo di strette relazioni sia di business che amicali. Ma vediamo una breve sintesi di quello che Elitacasa ed il suo staff ha riservato ai propri ospiti in collaborazione con le aziende rappresentate.
La prima tappa è stata  a Cambiano (TO), con la visita allo studio e al museo di Pininfarina, designer dell’ultima collezione “Prima” di Bluform. Qui abbiamo potuto apprezzare un po’ tutte le creazioni dello studio, creazioni uniche. Abbiamo potuto ammirare oltre a diversi progetti, i modelli Ferrari disegnati dallo stesso Pininfarina. Con questa sosta fin dall’inizio ci è stato chiaro cosa porta alla definizione di uno “stile italiano”, il cui stesso Pininfarina descrive come “un accordo di linee e senso della proporzione, semplicità e armonia di linee, sicché quando è trascorso un tempo considerevole si può ancora notare qualcosa che risulta più vivo del ricordo della bellezza”. Lo stile italiano che dura nel tempo!!!....
Il viaggio procede con visita a Mazzali, azienda protagonista del made in Italy, una fabbrica dove il legno, la natura, l’ecologia sono il valore aggiunto ad una famiglia che con la loro ospitalità e genuinità ci hanno accompagnati in un viaggio all’interno della costruzione, verniciatura e realizzazione di ambienti notte e giorno contemporanei. Abbiamo potuto apprezzare le nuove collezioni, la collezione bambino e la nuova cabina armadio già ai saloni di Milano ma poter capire e vedere come nasce un mobile  Mazzali e come e con che materiale è realizzato è stata una grande esperienza. Per qualcuno è stato un’esperienza unica provare anche a verniciare un mobile Mazzali che rimane, se non l’unica, sicuramente tra le poche aziende che operano nel settore  moderno ad utilizzare ancora tecniche di verniciatura manuale che rendono le superfici luminose e morbide al tatto, caratteristiche difficili da cogliere sui mobili dei diversi competitors.
Il 17/04 è stato il giorno di Smania: La storia del design, dell’art decò, dell’uso di materia prima eccelsa, unica, straordinaria nella sua ricercatezza. Abbiamo potuto incontrare il nuovo presidente, il sig. Francesco Snaidero che in questo periodo, insieme ai suoi collaboratori, ci sta offrendo un prodotto che ci fa capire come mai Smania è l’azienda che da diversi decenni è leader del mercato dell’alto livello. I mobili di questa azienda li possiamo ritrovare  nelle case, negli uffici, negli hotel di tutto il mondo; negli ambienti creati dai designer più famosi; nei progetti realizzati da chi “sa capire la differenza”; addetti del settore o privati che  sanno apprezzare la qualità e riconoscere l’essenza di un prodotto unico. Abbiamo potuto vedere e riconoscere la qualità delle materie prime capendo  cosa c’è dietro alla creazione di un elemento in Piuma di Noce, la differenza tra il vero Wengé (utilizzato da Smania) ed un finto rovere tinto wengé (utilizzato dalla maggior parte dei competitors). Abbiamo colto la ricercatezza, la cura, l’amore che il gruppo di lavoro Smania mette nella realizzazione di ogni elemento delle proprie collezioni. E proprio in stile Smania abbiamo potuto proseguire il nostro viaggio ospitati dal Sig. Snaidero per un ottimo pranzo in una villa del 1700. 
Viaggio che ci ha portato a Prestige, altra azienda seguita dalla struttura Elitacasa; un’azienda dove abbiamo potuto seguire tutti passi che conducono alla creazione di un ambiente classico. E’ stato emozionante poter partire dal magazzino a temperatura controllata dove viene lasciato il legno grezzo, passare poi in falegnameria dove gli esperti artigiani realizzano e montano le varie composizioni a misura ed arrivare al reparto verniciatura per le operazioni di laccatura, anticatura, e tutte le lavorazioni manuali che portano alla realizzazione del prodotto esclusivo che Prestige offre. Tecniche di lavorazione che si tramandano da generazioni, tecniche che ad oggi ci offrono un prodotto realizzato con la stessa cura dei mobili che ritroviamo nelle antiche ville venete.
Dopo una splendida serata a base di pesce passata in compagnia di Carlo Valle e dei suoi collaboratori, la mattinata del  18 aprile è stata dedicata a Presotto; una delle realtà industriali più grande e più completa d’Italia. Come si arriva all’industrializzazione di un prodotto? Come funziona una linea di montaggio? Come vengono laccate le parti di un mobile, di un armadio, di un letto? Come si conduce, si organizza, si rende produttiva una fabbrica di migliaia di metri quadri? Le risposte le abbiamo ottenute, abbiamo potuto passeggiare tra le linee produttive, abbiamo potuto renderci conto da dove nasce un Certificato di Qualità, cosa rappresenta un pezzo di carta che molte aziende espongono nei propri cataloghi, nei propri siti. Qui, in Presotto la qualità, il sistema, il controllo lo abbiamo potuto toccare con mano. Poi si sono aperte le porte di un magazzino, trasformato in show-room permanente, in un ambiente speciale dove a splendere sono state le nuove collezioni di Presotto, le pietre, il corteen, l’ecomalta. Un mix di materiali che ci ha dato l’idea di essere in un club esclusivo di una metropoli. E proprio in questa atmosfera che ci siamo dedicati un buon brindisi con Prosecco insieme alla famiglia Biscontin
Il pomeriggio è proseguito con la visita presso Bluform dove abbiamo visto il concretizzarsi del design di Pininfarina nei prodotti che abbiamo potuto veder realizzati in tutte le ambientazioni della collezione Prima. Abbiamo apprezzato il magazzino automatizzato e i robot ed i macchinari ad alta tecnologia per la laccatura. Abbiamo potuto vedere l’applicazione a mano della foglia di rame e nello showroom abbiamo potuto davvero renderci conto delle molteplicità di prodotto e componibilità che ci offre Bluform nel settore bagno.
Dopo un gelato presso uno dei più grandi consorzi lattiferi ci siamo diretti verso Friulparchet. Anche qui ci siamo resi conto di cosa è l’amore per il lavoro, per la storia di un’azienda che da decine di anni continua ad offrire prodotti sempre più eleganti, innovativi, originali. Abbiamo potuto cogliere il valore delle diverse essenze, dal rovere al noce, al ciliegio e le innumerevoli varianti e lavorazioni che si possono utilizzare nella stesura di un progetto di pavimento in legno fino a sentire la sensazione di essere in un tempio orientale prendendo in mano i pezzi realizzati in teak antico. Pavimenti che possono entrare in tutte le case, gli uffici, i contract in quanto è quasi illimitata la proposta che Friulparchet ci offre con le sue collezioni. Prodotto unico, esclusivo e ricercato rispettando la sostenibilità e l’ambiente.
Il 19/04 è l’ultimo giorno della nostra avventura. Comincia con la visita a Porte Italia, una nuova e recente collaborazione della nostra agenzia. L’arte sui mobili….un ritorno al passato, un flash back dove ci è sembrato di entrare in una piccola bottega di un artigiano dell’antica Venezia mentre decora le porte di Palazzo Ducale. Che emozione vedere un artista che con un pennellino a mano sui mobili ci offre l’unicità di un prodotto!. Diventa veramente relativo parlare di Made in Italy quando si ha la possibilità di vedere e capire davvero in cosa consiste il Made in Italy. L’ospitalità della famiglia Lenarduzzi è poi proseguita verso la cantina “Cantina Clementin” dove si è potuto gustare, in un parco soleggiato, uno dei vini più premiati. Rimanendo nel tema del vino e del buon gusto italiano si è giunti presso le distillerie Bepi Tosolini dove con Lisa Tosolini abbiamo cercato di cogliere i profumi e i sapori del Friuli che la  sapienza dei mastri distillatori delle terre friulane sono riusciti a far apprezzare attraverso i suoi distillati, dal Most, alla Grappa fino alla famosa Spezieria.
Infine la giornata si conclude con la “grande” festa in Elitacasa. Un grande spazio dedicato ai nostri uffici con 800 mtq allestiti come showroom permanente delle fabbriche da noi rappresentate. A ritmo di musica brasiliana e anni 70 abbiamo rafforzato la nostra conoscenza, abbiamo potuto brindare al Made in Italy, alle fabbriche che abbiamo visitato ma soprattutto abbiamo brindato all’amicizia che è nata in questa splendida avventura.
Grazie a tutti e arrivederci per la prossima avventura!!!!
 
Eventi e news
I saloni Milano dal 09 al 14 Aprile 2013
I saloni Milano dal 09 al 14 Aprile 2013
Dal 09 al 14 aprile 2013 lo Staff Elita sarà lieto di incontrarvi presso...
Continua
Mazzali - Colleoni Bimbi
Mazzali - Colleoni Bimbi
Declinata tutta sul bianco per esaltare le collezioni tessili, questa Kids...
Continua
Il gusto  una scelta d'elite
Il gusto una scelta d'elite
In occasione del salone del Mobile 2012, siamo lieti di presentare la nostra...
Continua
Fiera Roma 2011 - Mostra di arredo e di design
Fiera Roma 2011 - Mostra di arredo e di design
Fiera Roma 2011 - Mostra di arredo e di design. Nuove tendenze, ed innovazione...
Continua
Archivio news
Presotto Mazzali Prestige Prestigiod'elite Malamegi Friulparchet Valentini Lifespace Abate Zanetti Il Tempo Del Nero Cuoio Xera Artexa